Application Lifecycle Management tools: il ruolo strategico dell’integrazione con il Service Management

I tools di Application Lifecycle Management (ALM) garantiscono una migliore collaborazione con le Operation che si occupano di gestire, mantenere e governare le applicazioni software nel loro ciclo di vita.

Tutte le aziende sono impegnate ormai nella digital transformation, che cambia e trasforma i paradigmi tecnologici e nessuno può esimersi dai suoi effetti. Gli ambiti interessati vanno dal Customer Service alle Operation, dall’amministrazione al business.

Le aziende, che si impegnano nei processi di trasformazione, si prendono in carico le opportunità offerte dalla tecnologia, innovando i propri servizi, progettando nuove esperienze per i loro clienti, sperimentando nuove strategie e nuovi modelli di business. A più livelli, l’organizzazione si muove e risponde alla digitalizzazione.

“Aumentano gli investimenti in analytics, cloud, sicurezza e customer experience. Il CIO è sempre più protagonista dell’innovazione”, è quanto dichiara la ricerca effettuata da NetConsulting.

Dalla Survey emerge come i progetti digitali rientrino nei piani strategici aziendali. I CIO, quindi, sono investiti del ruolo di intermediario tra business e tecnologia. La modernizzazione applicativa è citata nel 45,8% dei casi e indica l’importanza per le aziende di adeguare la propria base applicativa in linea con l’innovazione digitale.

Questo si traduce in processi di analisi, dismissioni, upgrade, rinnovi, implementazioni, che richiedono una mole consistente di tempo, risorse e attività.  Essendo questi processi potenzialmente lunghi e complessi, il team di sviluppo necessita di un’organizzazione di task, tempo, risorse, e di una metodologia che lo indirizzino verso un completamento agile.

Application Lifecycle Management e Service Management: un’integrazione indispensabile

Corre in aiuto l’Application Lifecycle Management, il sistema che integra le risorse di sviluppo, i processi e i tool per gestire il ciclo di vita delle applicazioni.

Dalla pianificazione alla progettazione alla fase di testing e al deploy, l’Application Lifecycle Management risponde perfettamente alle esigenze aziendali in termini di rispetto dei requirements, flessibilità, velocità nelle modifiche e qualità complessiva delle attività.

Per raggiungere e mantenere un alto livello di produttività, l’organizzazione necessita di una pianificazione puntuale per la gestione delle applicazioni, dall’inizio alla fine. La priorità è quella di far mantenere al team di sviluppo il focus sulle attività e i task da adempiere, perché le inefficienze sono sempre dietro l’angolo.

E’ qui che entra in gioco il Service Management, strumento in mano al business, ai manager che devono assumere decisioni, alle aree che hanno problematiche impattanti, all’IT che deve garantire la continuità dei Servizi. È il Service Management con i suoi processi automatizzati, le segnalazioni, la pianificazione e la programmazione che, come punto centrale di raccolta delle esigenze, dovrà dialogare con l’Application Lifecycle Management e far sì che quest’ultimo lavori prettamente sui progetti applicativi.

Change, Incident, Service Request sono configurati per guidare negli articolati progetti di rilascio, upgrade, installazione delle applicazioni, al fine di ridurre al minimo i disservizi, i ritardi, le problematiche, le inefficienze di tempi, costi e team di sviluppo.

Perché è strategico il Service Management nelle dinamiche di gestione del ciclo di vita delle applicazioni?

Ecco le motivazioni che identificano il ruolo strategico del Service Management nelle dinamiche di gestione del ciclo di vita delle applicazioni:

  • È nella natura del Service Management dare piena visibilità e trasparenza sullo stato delle attività in corso a tutti i soggetti coinvolti: gli aggiornamenti puntuali dei progetti in corso consentono di avere una mappatura reale di risorse, task, tempi e costi;
  • E’ dal Service Management che si crea un’esigenza di business. Ed è attraverso il Service Management che l’esigenza prende forma e si concretizza agendo sull’integrazione con l’Application Lifecycle Management;
  • Tra il Service Management e l’Application Lifecycle Management c’è un allineamento strategico di informazioni utili per la corretta esecuzione dei processi. Le risorse coinvolte, da un lato il business e dall’altro lo sviluppo, sono automaticamente aggiornate per rispondere proattivamente ad eventi e problematiche;
  • Potrebbe risultare difficoltosa la gestione dei Change, potrebbe risultare dispendioso definire una serie di priorità tra i task. Ma il Service Management orchestra tutto ciò che deve essere richiamato per la corretta gestione delle applicazioni, affinché l’unico obiettivo sia, da un lato gestire le esigenze aziendali, dall’altro assicurare che il team di sviluppo si focalizzi esclusivamente sulle proprie attività e competenze.

Scopri la nostra integrazione tra la soluzione di Service Management HelpdeskAdvanced e uno dei più utilizzati sistemi di Application Lifecycle Management, Microsoft Team Foundation Server.

HelpdeskAdvanced e Microsoft Team Foundation Server: integrazione bidirezionale

L’integrazione tra la soluzione di Service Management HelpdeskAdvanced e uno dei più utilizzati sistemi di Application Lifecycle Management, Microsoft Team Foundation Server è un processo dinamico e bidirezionale che permette di gestire l’intero ciclo di vita del software.

Questa integrazione segue le esigenze prettamente di business di avere dinamiche proattive e progetti agili nella gestione del ciclo di vita delle applicazioni. Il dialogo tra le due soluzioni permette di:

  • Utilizzare il Service Management come punto di raccolta delle esigenze di business, dove la ricezione di una specifica richiesta vada, secondo un flusso automatizzato, a creare degli oggetti all’interno dell’Application Lifecycle Management. Suddetti oggetti comporranno i task del team di sviluppo;
  • avere flussi bidirezionali di condivisione delle informazioni strategiche tra le due soluzioni;
  • mettere in comunicazione le risorse che, per competenza, avranno un proprio focus all’interno del processo;
  • ottimizzare tempi, costi e competenze delle risorse nella gestione efficace dei task pianificati.

Il nostro prossimo webinar parlerà di questa tematica e poteremo in evidenza l’alto valore aggiunto dell’integrazione tra Service Management e Application Lifecycle Management.
Iscriviti subito!