Chatbot nel settore automotive: trasforma l’esperienza di acquisto o noleggio

Come può un Chatbot nel settore automotive trasformare l’esperienza del cliente, migliorando, velocizzando e personalizzando il processo di acquisto o noleggio?

Automatizzando i processi di ricerca e analizzando le preferenze di navigazione, i chatbot danno ai clienti un’esperienza personalizzata 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Chat e sistemi di messaggistica diretta sono da tempo comunemente e frequentemente utilizzati da parte dei clienti, per contattare le aziende e i brand di interesse. Quasi il 90% dei consumatori, infatti, vuole comunicare mediante queste tecnologie e si sente rassicurato dal fatto di poter contattare l’azienda via chat soprattutto nelle fasi di scelta e acquisto.

I chatbot sono assistenti virtuali che possono migliorare l’engagement dei lead, agevolare la profilazione dei contatti, supportare il customer care e guidare il cliente nelle fasi di acquisto. Per questo motivo sono una tecnologia che ha un forte appeal sulle aziende di qualsiasi settore e attività: dagli e-commerce al travel, dal food al finance.
Non possiamo scordarci, però, i vantaggi che i Chatbot possono portare anche nel settore automotive!

Perché i chatbot per automotive stanno trasformando l’esperienza dei clienti?

Anche nel settore automotive, l’introduzione di chatbot con sistemi di intelligenza conversazionale può essere una scelta strategica vincente. Oltre a migliorare l’esperienza del consumatore raggiungendolo nel canale di contatto preferenziale, più diretto e immediato, i chatbot possono aiutarlo e indirizzarlo, ad esempio nella configurazione online del veicolo ideale, possono proporre delle offerte particolari o dei Test Drive, rimandandolo nel concessionario di riferimento o quello più vicino.

Il chatbot può quindi guidare sia il traffico online che in-store, offrendo uno scenario vantaggioso per la relazione azienda-cliente.

Ecco i principali motivi per cui i chatbot stanno trasformando la customer experience nel settore automotive:

    1. Proattività e personalizzazione del servizio web: i siti web di concessionari o “rent a car” offrono moltissime informazioni durante la navigazione di un utente, ma sono spesso informazioni statiche e non personalizzate. Un Chatbot invece raccoglie le preferenze del cliente, anche quelle inespresse ma deducibili dalla sua navigazione e le trasforma in un’offerta mirata e precisa, che può personalizzare l’esperienza e aiutare la conversione direttamente presso il rivenditore o l’autonoleggio.

 

    1. Risposte pronte, senza stress: prima di una transazione importante, come l’acquisto di un’auto o un noleggio a lungo termine, i consumatori vogliono informarsi e raccogliere tutte le informazioni necessarie, arrivando realmente preparati alla fase di acquisto. Un chatbot può generare automaticamente risposte a richieste specifiche, come ad esempio la consultazione delle scorte, la fornitura di particolari optional o le condizioni relative a pagamenti e finanziamenti. Queste risposte generano un’esperienza positiva, creando una reale soddisfazione nel cliente che saprà di aver ricevuto informazioni rilevanti alle sue domande prima ancora di concludere effettivamente l’acquisto.

 

    1. Disponibilità in self-service 24/7: i moderni clienti digitali sono abituati a ricercare informazioni in completa autonomia, nel loro tempo libero, non dovendo quindi necessariamente rispettare gli orari di una concessionaria o di un call center. L’aspettativa che loro hanno è quella di accedere alle informazioni ricercate con facilità. Un chatbot nel settore automotive è la tecnologia idonea per offrire un servizio self-service e disponibile 24/7, che può raccogliere le aspettative digitali del cliente e offrire un’esperienza significativa.

 

Chatbot per concessionarie di auto: cosa può fare un chatbot come Engagent per la vendita e il noleggio delle auto??

Integrato con il sito o nei canali social, Engagent, il chatbot di Pat, fornisce informazioni utili ai tuoi clienti in totale autonomia.
In base ad una serie di processi preconfigurati, Engagent può rispondere a diverse richieste dell’utente online, come ad esempio: ritirare un’auto, configurarla, predisporre un servizio di noleggio, gestire appuntamenti per “test drive”, manutenzioni, servizio in officina, revisioni o ritiri dei veicoli. Come un assistente di vendita virtuale può proporre, inoltre, determinate offerte in modo istantaneo e completamente automatico.

Ce lo racconta, ad esempio, Marco Cerrato, Web Marketing e Acquisition Manager di Arval Italia, che dichiara:

Volevamo una soluzione che potenziasse l’ingaggio degli utenti sul web, migliorandone la relazione e qualificandoli maggiormente. Abbiamo individuato Engagent di Pat, come soluzione idonea a supportarci nella nostra nuova strategia digital e di ottimizzazione della Customer Experience.

Scopri i benefici misurati da Arval con l’inserimento dell’assistente virtuale, leggendo il caso di successoApprofondisci le funzionalità di Engagent e richiedi una demo.